Farina di mandorle

Farina di mandorle

La farina di mandorla è ciò che rimane dall’estrazione dell’olio di mandorla.

In pasticceria viene utilizzata soprattutto per confezionare biscotti, torte e dolcetti. È impiegata moltissimo nella cucina crudista, poiché risulta commestibile anche cruda; in quella vegana, come fonte alternativa di proteine; in quella del celiaco, in merito all’assenza di glutine.

Tipi di farina di mandorle In commercio, esistono due tipologie di farina di mandorle: Farina ottenuta da mandorle sgusciate e farina ottenuta da mandorle sgusciate e pelate.  Al fine di abbattere i costi sul prodotto finale, generalmente la farina è ricavata a partire dalle mandorle spezzate durante la selezione delle intere, destinate al consumo diretto.

Il pregio delle farine di mandorle consiste anche nell’origine delle materie prime: le farine ottenute da mandorle italiane vantano sicuramente maggior valore rispetto a quelle estere.

La farina di mandorle pelate è un ingrediente centrale e indispensabile per la preparazione del marzapane. Può essere ottenuta anche facilmente in casa tritando le mandorle con l’ausilio di in un mixer

Il pregio delle farine di mandorle consiste anche nell’origine delle materie prime: le farine ottenute da mandorle italiane vantano sicuramente maggior valore rispetto a quelle estere.

La farina di mandorle, mescolata allo zucchero raffinato, costituisce la nota pasta di mandorle, utilizzata per decorare o ricoprire torte.

Farina di mandorle